Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1 vs 1

  • Versione
  • Scarica 5
  • Dimensioni file 0.00 KB
  • Conteggio file 1
  • Data di Pubblicazione 12 Maggio 2020
  • Ultimo aggiornamento 12 Maggio 2020
  • Scarica

Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1vs1

Descrizione
L'esercizio parte con il giocatore A che effettua una triangolazione con il giocatore B attaccando lo spazio in avanzamento per poi giocare la palla di ritorno al giocatore C che con un contromovimento lungo-corto viene incontro
Il giocatore C, che riceve palla, gioca in appoggio (di prima intenzione o dopo un controllo) per il giocatore B che si è mosso a sostegno per ricevere palla. Il giocatore C si orienta velocemente per mettersi fronte alla porta in appoggio al giocatore D
Il giocatore B cambia fronte gioco trasmettendo per il giocatore D che appoggia palla in scarico al giocatore C, per poi attaccare lo spazio per ricevere palla in profondità ed andare in conduzione palla tra i due paletti (superando sulla corsa il difendente e ricevendo palla oltre all'avversario oppure ricevendo palla d'incontro e affrontandolo in duello 1 contro 1)
In alternativa, qualora il difendente marchi forte il giocatore D lasciando molto spazio alle sue spalle in profondità, il giocatore B può giocare direttamente palla all'attaccante D sullo spazio verso la porticina con una verticalizzazione (saltando il gioco a sostegno con il giocatore C)
Il difendente (giocatore giallo) può decidere se attendere il giocatore D per il duello 1 contro 1 oppure se marcarlo subito in maniera ravvicinata prima che abbia ricevuto il pallone cercando l'anticipo

Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1vs1 2

Regole
Si ottiene il punto andando in conduzione palla attraverso la porticina di riferimento
Si ottiene il punto dribblando il diretto avversario (difendente giallo) e facendo gol con un tiro di precisione nella porticina
Terminata l'azione di gioco ogni giocatore scala alla postazione successiva (con progressione A-B-C-D) e con l'attaccante D che diventa difendente. Il difendente si va a posizionare in fila in prossimità della stazione di partenza A
Al termine della prima serie invertire le posizioni dei due gruppi di lavoro (invertire le stazioni di lavoro)

Varianti
Obbligare il difendente a marcare forte l'attaccante, vietando l'anticipo per facilitare la giocata di appoggio e il successivo attacco dello spazio. Successivamente si concede anche l'anticipo.

Temi per l'allenatore
Questa esercitazione, utile come riscaldamento ed attivazione tecnico-cognitiva nel primo allenamento della settimana, permette di lavorare e sviluppare tutti e tre i tipi di triangolazione (esterna, interna, sullo scarico), con annesso lavoro sull'uno contro uno, sia nel corto sia nella gestione della palla “aperta” e dello spazio
A livello di trasmissione è fondamentale curare i dettagli (non avendo la pressione avversaria) nei riguardi di forza ed intensità di calcio, velocità nel controllo e trasmissione palla e precisione nel passaggio
Curare il lavoro dell'attaccante (D), sia nei movimenti senza palla (smarcarsi e crearsi spazio), sia in fase di conduzione palla e dribbling
A livello difensivo sarà importante per il difendente (giallo), controllare le scelte fatte in fase di presa di posizione (curando il concetto "più marco meno copro" e viceversa), la postura del corpo per scappare rapidamente e non farsi anticipare dal taglio dell'attaccante, e la gestione dell'uno contro uno (attacco frontale dell'avversario)