Principi di tattica individuale difensiva

  • Versione
  • Scarica 21
  • Dimensioni file 174Kb
  • Conteggio file 1
  • Data di Pubblicazione 12 Maggio 2020
  • Ultimo aggiornamento 12 Maggio 2020
  • Scarica

Principi di tattica individuale difensiva

Descrizione
Le due coppie di giocatori rossi si dispongono sui due cancelli di partenza con i palloni
Due difendenti bianchi si posizionano uno nella zona di costruzione e l'altro nella zona di finalizzazione a difesa della propria porta. Altri due attendono fuori dal campo il proprio turno di gioco
I primi due giocatori rossi, uno per parte, posizionati sui due cancelli, avviano l'azione di gioco con un passaggio al portiere ed entrano in campo: nella zona di costruzione si gioca così un 3 contro 1 (due attaccanti rossi più il portiere contro il difendente bianco in figura)
Compito degli attaccanti, sfruttando il portiere, è di effettuare tre passaggi consecutivi all'interno della zona di costruzione senza che il difendente riesca a intercettare la palla
Effettuati i tre scambi, uno dei due giocatori rossi può spostarsi rapidamente in zona di finalizzazione per ricevere la palla
Una volta servito si innesca nella zona di finalizzazione una situazione di 1 contro 1 per il tiro in porta: attaccante contro difendente
Se il difendente riesce, nel duello 1 contro 1 a sottrarre la palla all'attaccante, per far terminare l'azione di gioco deve servire il proprio portiere fuori dallo specchio della porta
Se invece l'attaccante conclude in porta, termina direttamente l'azione di gioco e si riparte con le due coppie di giocatori successivi (rossi e bianchi)

Principi di tattica individuale difensiva2

Regole
Ruotare ad ogni azione oppure ogni due azioni le posizioni di partenza dei due difendenti bianchi (chi in zona di costruzione e chi in zona di finalizzazione) alternando le coppie di lavoro
Al termine della prima serie invertire le posizioni delle coppie di attaccanti con quelle dei difendenti (in tal modo tutti i giocatori ricopriranno nell'esercitazione il ruolo difensivo e quello offensivo)
Non si può condurre la palla dalla zona di costruzione a quella di finalizzazione bensì bisogna servire con un passaggio un compagno che si è alzato in zona d'attacco per ricevere
Prima di poter trasmettere palla ad un compagno che si smarca in zona di finalizzazione bisogna eseguire nel possesso palla 3 contro 1 almeno tre passaggi consecutivi
Il difendente posizionato a difesa della propria porta, in zona di finalizzazione, non può attaccare l'avversario prima che questi abbia ricevuto la palla da un compagno
Tocchi liberi a disposizione dei giocatori

Varianti
Nella prima fase dell'esercitazione, in zona costruzione, i giocatori che eseguono il possesso trasmettendosi palla nel 3 contro 1 hanno a disposizione al massimo tre tocchi

Temi per l'allenatore
Incitare la mobilità e lo smarcamento in zona “luce” per il mantenimento del possesso palla in fase di manovra in zona costruzione
Stimolare lo smarcamento in profondità per la verticalizzazione ed il successivo 1 contro 1
Stimolare la fantasia, imprevedibilità e dribbling degli attaccanti nel duello 1 contro 1
Curare i principi di tattica difensiva individuale sia nella situazione di 3 contro 1 (lettura intenzioni avversarie, chiusura linee di passaggio, pressione) sia nella situazione di 1 contro 1 (azione ritardatrice, posizione antero posteriore corretta nell'affrontare l'avversario, chiudere la linea di tiro, portare avversario sul piede debole)
Soprattutto nelle categorie dei più piccoli favorire l'intercambiabilità dei ruoli per arricchire il bagaglio tecnico-tattico-motorio dei giocatori